12 attrazioni top-rated in Selçuk ed Efeso

L'antica città di Efeso è una grande attrazione turistica della Turchia e in cima alla lista delle cose da fare di ogni viaggiatore. I suoi abbaglianti templi con colonne di marmo e le strade colonnate sono il sogno di ogni appassionato di storia, e c'è molto altro da fare nelle vicinanze una volta che hai finito di vagare tra le rovine.

Efeso si trova ai margini della vivace città di Selçuk, che è stata a lungo una tappa preferita per i viaggiatori indipendenti. Con un castello, un museo eccellente, una basilica bizantina e un acquedotto romano che attraversa il centro, questa piccola città potrebbe essere messa in ombra dalla gigantesca rovina della porta accanto, ma ha molte attrazioni da offrire a coloro che scelgono di trascorrere alcuni giorni qui.

Scopri altre cose da vedere e da fare con la nostra lista delle migliori attrazioni di Selçuk ed Efeso.

1. Efeso

Efeso

Efeso è una delle principali attrazioni turistiche della Turchia. Questa vasta e bellissima città greco-romana era una volta dimora di 250.000 persone, e i gloriosi monumenti che rimangono lo indicano come una metropoli vibrante e ricca. Fondata dal principe ionico Androclo nel 10 ° secolo aC, Efeso non era solo un centro commerciale, ma un grande centro di pellegrinaggio, con il Tempio di Artemide costruito nel culto della dea madre.

Durante l'epoca romana, la città continuò ad abbagliare, e fu solo dopo che i Goti distrussero la città nel 263 d.C. che la sua importanza cominciò a calare. Da non perdere la biblioteca di mammut (la terza più grande del mondo antico), il teatro ben conservato e il Tempio di Adriano .

Il sito è così grande che molti visitatori trovano che assumere una guida consente loro di ottenere il massimo dal loro tempo e capire meglio il sito. Il tour privato di Ephesus per l'intera giornata è completamente personalizzabile, quindi puoi decidere quanto tempo vorresti trascorrere tra le rovine e quanto approfondita sarà la tua visita. Puoi quindi scegliere di aggiungere a qualsiasi altro sito nelle vicinanze che desideri esplorare, dal visitare i monumenti storici di Selçuk fino a Meryemana. Il tour include una guida e un autista a disposizione per il giorno e il ritiro e il trasferimento da Selçuk, Izmir o Kusadasi.

Alloggio: Dove dormire vicino a Efeso

  • Leggi di più:
  • Visiting Ephesus: Attractions, Tips & Tours

2. Museo di Efeso

Museo di Efeso

Dopo aver finito di visitare Efeso, dirigiti direttamente a questo brillante museo proprio nel cuore della città. Alcuni dei migliori reperti della città antica sono esposti, tra cui una statua di Artemide squisitamente scolpita, famosa per la sua raffigurazione a più corsie della dea. Il clou del museo per la maggior parte dei turisti è la Camera dei Gladiatori, con reperti dei reperti provenienti dagli scavi del cimitero dei gladiatori e pannelli informativi che spiegano la vita dei gladiatori nei giorni d'oro della città.

Indirizzo: Ugur Mumcu Sevgi Yolu Caddesi, Selçuk

3. Basilica di San Giovanni

Basilica di San Giovanni

Questa basilica simile a una cittadella un tempo occupava l'intera larghezza della collina sulla quale si trova e fu classificata con la Basilica di Santa Sofia a Costantinopoli (ora Aya Sofya) come una delle più grandi chiese dell'impero bizantino. Secondo la tradizione, la tomba di San Giovanni è sotto la chiesa. Originariamente, un mausoleo con un tetto a cupola sostenuto da quattro colonne fu costruito sopra la tomba, ma l'imperatore Giustiniano sostituì questo semplice monumento con una basilica a tre navate su un piano a croce latina che vanta sei tetti a cupola. Compreso il nartece all'estremità occidentale e il cortile ad arcate, la basilica era lunga 130 metri e larga 40 metri.

Dopo che i Selgiuchidi conquistarono Efeso nel 1130, la chiesa fu trasformata in una moschea e in seguito servì da bazar fino a quando fu distrutta da un terremoto. Anche se solo parzialmente restaurato, le rovine della basilica che rimangono danno una buona idea delle dimensioni impressionanti dell'edificio originale.

4. Tempio di Artemide

Tempio di Artemide

Solo una colonna solitaria (sormontata da un nido di cicogne) è tutto ciò che rimane del Tempio di Artemide, una volta una delle sette meraviglie del mondo antico. Gli scavi condotti dall'archeologo JT Wood hanno mostrato che il sito era originariamente occupato da una piattaforma di pietra sulla quale si ergeva l'immagine di culto della dea, mentre al di sotto c'erano delle stanze in cui venivano presentati gli ex voto.

Il celebre gigantesco tempio in marmo della fama di Seven Wonders fu costruito nel VI secolo aC e vantava 127 colonne impressionanti. Sebbene distrutto da un incendio e da altri disastri nel corso dei secoli, fu restaurato e ricostruito due volte prima di cadere definitivamente in uno stato di totale rovina nell'era bizantina, quando le sue pietre iniziarono ad essere usate come cava per materiale da costruzione, inclusa la Basilica di Santa Sofia di Costantinopoli ( ora l' Aya Sofya ), dove si possono ancora vedere alcune delle sue colonne e lastre di marmo.

5. Meryemana

Meryemana

Il Meryemana è una grande attrazione turistica e ha una storia curiosa. La tradizione sostiene che la Vergine Maria viaggiò ad Efeso con San Giovanni e si dice che sia morta qui. L'edificio principale qui risale all'epoca bizantina (VI secolo), ma la sua associazione con la Vergine iniziò solo nel 19 ° secolo, in seguito alle visioni della monaca tedesca, Katharina Emmerich, che fornì una descrizione precisa della situazione e dell'aspetto di una casa ad Efeso in cui affermava che la Vergine era vissuta e morta.

Nel 1891, sulla base di questo racconto, un sacerdote francese scoprì le rovine di una piccola chiesa, che evidentemente era appartenuta a un monastero e ora è venerata come casa della Vergine. La cappella qui è minuscola e sappiate che il sito è spesso affollato di gruppi di bus turistici. Un piccolo pozzo dei desideri è sul posto, dove è consuetudine legare un pezzo di stoffa e esprimere un desiderio.

6. Fortezza Ayasuluk

Fortezza Ayasuluk

La fortezza di Ayasuluk si trova sulla collina sopra Selçuk. Questo sito collinare è stato colonizzato fin dal periodo neolitico, ma la fortezza risale all'epoca bizantina e le fortificazioni furono estese dai Selgiuchidi. Il possente muro di cinta aveva 15 torri rettangolari. All'interno delle mura ci sono diversi resti di case e una piccola moschea Seljuk. Le viste sulla città e sulla campagna circostante sono meravigliose dalla cima della collina, facendo una gita qui merita la salita. Gli archeologi stanno ancora scavando il sito, quindi a volte è chiuso ai visitatori.

7. Isa Bey Mosque (Isa Bey Camii)

Moschea Isa Bey (Isa Bey Camii)

Questa moschea di epoca selgiuchide è un bell'esempio della raffinata architettura del XIV secolo. Le sue alte mura esterne racchiudono un ampio cortile ad arco che conduce ad una sala di preghiera a doppia cupola. Le grandi colonne di granito nero utilizzate nella struttura sono state riciclate dai bagni romani. Sopra l'entrata principale riccamente decorata si trova un'elaborata iscrizione calligrafica. Datato 10 gennaio 1375, identifica Ali, figlio di Mushimish al-Damishki, come l'architetto. I visitatori sono invitati a visitare l'interno al di fuori dei tempi di preghiera. Per accedere, assicurati di essere vestito adeguatamente con spalle e ginocchia coperte. I visitatori di sesso femminile dovrebbero indossare un velo.

Indirizzo: St. Jean Caddesi, Selçuk

8. Acquedotto romano

Acquedotto romano | Neil e Kathy Carey / foto modificata

Attraversando il centro di Selçuk è questo acquedotto bizantino parzialmente conservato, reso ancora più un'attrazione turistica in questi giorni a causa di un numero di nidi di cicogne costruiti sopra di esso. L'acquedotto si estende lungo St. Jean Caddesi prima di attraversare la strada principale in città per continuare la sua marcia verso Inönü Caddesi. Se vieni durante la stagione di nidificazione delle cicogne da marzo a settembre, molto probabilmente vedrai gli eleganti uccelli sedersi regalmente nei nidi.

Indirizzo: Inönü Caddesi, Selçuk

9. Grotta dei sette dormienti

Grotta dei Sette Dormienti

Circa due chilometri lungo un sentiero sterrato dalle rovine di Efeso c'è questo sistema di grotte con un'interessante leggenda locale ad esso collegato. Presumibilmente, nel 250 dC, l'imperatore Decio perseguitò sette primi cristiani che furono poi suggellati dall'imperatore in questa grotta. Duecento anni dopo, i cristiani si svegliarono per scoprire che il mondo romano era diventato cristiano e viveva pacificamente ad Efeso per il resto dei loro giorni. Quando morirono, furono sepolti qui nella grotta, e divenne un centro di pellegrinaggio. Oggi puoi vedere alcune tombe nella grotta.

10. Sirince

Sirince

Sweet little Sirince è un villaggio perfetto per le sue case in pietra dal tetto rosso che scendono lungo un pendio circondato da una fitta foresta. Era un villaggio greco fino allo Scambio della popolazione del 20esimo secolo, quando i turchi etnici trasportati qui dalla Grecia erano ospitati nelle case recentemente abbandonate. È un po 'dura salire i vicoli di ciottoli fino alla cima del villaggio, dove è possibile visitare la Chiesa di San Giovanni Battista . All'interno vi sono alcuni affreschi gravemente danneggiati, ma il vero motivo per cui si cammina su per la collina è di scattare foto panoramiche del villaggio da qui.

11. Pneumatico

Pneumatico

Se stai cercando di assaggiare la vita rurale turca, il borgo agricolo di Tiro, a 40 chilometri a nord di Selçuk, è un luogo ideale per una passeggiata. La città è rinomata per la sua tradizione di feltro, e si possono ancora vedere i maestri artigiani al lavoro nel villaggio. Se venite qui di martedì, potete anche vedere il famoso mercato di Tiro pieno di deliziosi prodotti alimentari locali.

Sulla strada per Tiro (vicino al bivio per Tiro, 15 chilometri a nord-est di Selçuk, vicino al villaggio di Belevi ) c'è un tumulo e resti di una struttura monumentale che ricorda il Mausoleo di Alicarnasso a Bodrum. Si pensa che questi resti risalgano al 4 ° secolo aC e si ritiene che facciano parte dell'antica Bonita . Il sarcofago trovato nel mausoleo è esposto nel Museo di Efeso .

12. Spiaggia di Pamucak

Pamucak Beach | Josie McGraw / foto modificata

Quando hai fatto il pieno di antiche rovine, questo primo pezzo di sabbia, a circa sette chilometri da Selçuk sulla strada per Kusadasi, è il posto migliore dove rilassarsi e prendere il sole e nuotare nel tuo itinerario turistico. Può diventare molto affollato durante i fine settimana, in particolare durante l'estate, quindi se possibile lasciare il sole per un giorno feriale. Fai come fanno i locali e fai un picnic. Se sei qui durante il tardo inverno e l'inizio della primavera, di solito puoi avvistare fenicotteri nel vicino estuario.

Dove alloggiare per visite turistiche a Selçuk

  • Hotel di lusso: Situato in uno splendido edificio in pietra e legno, l'Akanthus Hotel occupa una posizione privilegiata con vista sui tetti di tegole rosse di Selçuk, un servizio di portineria che vi aiuterà con qualsiasi richiesta, una piccola piscina nel tranquillo cortile interno e una colazione inclusa. Ayasoluk Boutique Hotel ha solo 17 camere, con un servizio personalizzato, una colazione inclusa, un ristorante, una piscina di buone dimensioni, e più di quelle viste sul tetto di tegole rosse attraverso il villaggio.
  • Hotel di categoria media: il Saint John Hotel dispone di camere dal design classico, la maggior parte delle quali dotate di balcone, un cortile centrale con piscina olimpionica, colazione inclusa, ristorante e terrazza panoramica. Lo storico Hotel Kalehan, a conduzione familiare, è uno degli hotel più antichi di questa regione e, con il suo tranquillo giardino, è un luogo rilassante in cui soggiornare. C'è una bella piscina e un ristorante, e la colazione è inclusa.
  • Hotel economici: La pensione a conduzione familiare Homeros è una delle migliori pensioni di Selçuk ed è un luogo accogliente e accogliente in cui soggiornare. Ci sono grandi viste sul villaggio dal tetto, le camere sono piene di affascinanti artigianato locale e antiquariato, e la colazione è inclusa.

Ulteriori articoli correlati su Trip-Library.com

Altre Rovine: dirigiti verso l'entroterra fino a Pamukkale, dove le rovine romane si trovano in cima alle famose terrazze di calcite, quindi lungo la costa fino a Fethiye, che costituisce una buona base per esplorare le colline circostanti disseminate di rovine della Licia.

Esplora paesaggi costieri: dopo tutta quella storia ad Efeso, dirigiti verso la costa. Dirigetevi lungo la costa verso Kas per andare in kayak sopra le rovine sottomarine o sulla costa fino a Bodrum per il tempo in spiaggia e le gite in barca.