12 escursioni giornaliere di prim'ordine da Pechino

Mentre ci sono più che sufficienti attrazioni a Pechino per mantenere occupato anche il viaggiatore più attivo, vale la pena intraprendere una gita di un giorno per esplorare alcune delle principali attrazioni e cose popolari da fare fuori città. Oltre alle opzioni di trasporto facilmente accessibili (la maggior parte delle rotte fornisce istruzioni in lingua inglese), numerosi tour operator offrono un'incredibile varietà di escursioni da Pechino. Tra le gite di un giorno più popolari ci sono la parte di Pechino della Grande Muraglia Cinese al Passo di Badaling, i bellissimi giardini e templi del Parco Fragrant Hills, insieme alle antiche tombe della Dinastia Ming e il luogo dove è stato scoperto il famoso Uomo preistorico di Pechino . Sfrutta al massimo la tua visita con la nostra lista delle migliori escursioni giornaliere da Pechino.

1. Passo Badaling e la Grande Muraglia cinese a Mutianyu

Di gran lunga la sezione più visitata della Grande Muraglia Cinese si trova vicino al Passo di Badaling (Bādálǐng Chángchéng), a circa 80 chilometri a nord-ovest di Pechino. Costruito nei primi anni del 1500 e completamente restaurato nel 1957, questa sezione del muro si trova tra i sette e gli otto metri di altezza e fino a sei metri di larghezza, abbastanza profonda per 10 uomini o cinque cavalli per stare fianco a fianco. Le caratteristiche di questa sezione rivestita di mattoni sono il parapetto continuo e una serie di grandi merli che domina la terra esposta sottostante, una vista impressionante che vale la salita collinosa (un ascensore per la funivia è disponibile per il muro stesso). Un'altra sezione accessibile da Pechino si trova a 130 chilometri nella città di Gubeikou, costruita sui Monti Panlong e Wohu e offre una magnifica vista sulla campagna circostante.

Un modo semplice per vedere una delle sezioni meglio conservate di questa incredibile impresa ingegneristica è su una Grande Muraglia Cinese a Badaling e Ming Tombs Day Tour. Accompagnato da una guida esperta, questo tour di un'intera giornata ti dà l'opportunità di scalare la parete nord o sud del muro, esplorare i siti scavati presso le Tombe Ming e fare acquisti presso la fabbrica di Longdi Jade.

2. Il Palazzo d'Estate

Coprendo un'area di 716 acri, il magnifico Palazzo d'Estate (Yíhé Yuán), a circa 15 chilometri da Pechino, fu allestito nel 1153, con il suo lago aggiunto nel XIV secolo dopo che il sito divenne i Giardini Imperiali. I punti salienti di questo splendido complesso includono la Sala del Benessere e della Longevità (Renshou Dian) sulla riva orientale del lago, con il suo trono e le sue sale per il pubblico; il Grande Teatro, costruito nel 1891 con una casa a tre piani; la Sala della Felicità e della Longevità (Leshou Tang Hall) sulla riva nord del lago, con il suo cortile di collegamento pieno di piante tropicali e curiose pietre rare; e la famosa Marble Ship (Shifang), un sottile richiamo al fatto che l'imperatrice utilizzava fondi destinati a modernizzare la flotta imperiale per rinnovare invece la sua residenza privata.

Un ottimo modo per godersi questa spettacolare attrazione storica è abbinarlo a un altro sito Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO sulla visita guidata di un giorno intero alla Grande Muraglia e al Palazzo d'Estate di Mutianyu. Troverai meno folle in questa sezione del muro iconico, e il tour include una guida in lingua inglese, ammissioni e ritiro e riconsegna in hotel. ( Suggerimento : farai molte camminate, quindi indossa scarpe comode .

3. Parco delle fragranti colline

Il bellissimo Fragrant Hills Park (Xiāngshān Gōngyuán) sorge ripidamente nelle montagne occidentali a circa 25 chilometri a nord-ovest di Pechino. Il parco prende il nome dal suo picco, che ricorda i tradizionali bruciatori di incenso cinesi e spesso coperto da nuvole che sembrano, da lontano, come il fumo (la traduzione letterale del suo nome è "Incenso-bruciatore di montagna"). Il parco è particolarmente apprezzato d'estate per la fresca aria di montagna, e in autunno quando questa ex riserva di caccia imperiale esplode di colore mentre le foglie cambiano. In alternativa, prova a pianificare la tua visita per la primavera della regione (un po 'più tardi rispetto a quella fornita altrove), quando sarai ricompensato con magnifiche sfilate di fiori profumati e alberi in fiore.

I punti salienti includono lo Spectacle Lake, costituito da due laghi collegati da una caratteristica passerella che, da lontano, gli conferisce l'aspetto di un paio di occhiali. Un altro punto saliente è il Tempio della Luce (Zhao Miao), uno dei numerosi templi del parco, costruito nel 1780 per il Panchen Lama in stile tibetano e notevole per il suo arco con iscrizioni in manciuria e tibetano. Vale anche la pena visitare la piccola Pagoda Liuli Ta ricoperta di tegole, ognuna delle sue sette storie ospita numerose piccole campane di bronzo che suonano piacevolmente quando soffia il vento. Per quelli con l'energia, un sentiero conosciuto localmente come Gujianchou - tradotto letteralmente come "Anche il diavolo ha paura" - conduce alla vetta e vale la salita per le sue splendide viste sul parco e sui suoi dintorni.

4. Le tombe dei Ming

A soli 50 chilometri a nord di Pechino si trovano le splendide tombe dei Ming (Míng Shísān Líng), conosciute anche come le tredici tombe della dinastia Ming. Questo enorme sito in una pittoresca valle delle colline Tianshoushan misura circa 40 chilometri quadrati ed è il monumentale cimitero della dinastia Ming, contenente le tombe di 13 imperatori della dinastia dei 16 imperatori, insieme alle loro imperatrici e concubine. Scelto appositamente per la sua posizione riparata - non solo dal vento ma contro gli spiriti maligni del nord - il sito era in uso tra il 1409 e il 1644 ed è notevole per le sale sacrificali e i padiglioni adiacenti a ciascun tumulo, alcuni ora aperti al pubblico. Degna di nota è la splendida tomba di Dingling eretta per l'imperatore Wanli e le sue due mogli nel 1590 e comprendente un palazzo sotterraneo interamente in marmo bianco.

Un'ottima opzione per una gita di un giorno è combinare una visita alle Tombe Ming con un tour del Passo di Badaling e della Grande Muraglia Cinese. La parte delle Tombe Ming di questo tour guidato include una visita alla magnifica tomba di Chang Ling, forse la più impressionante delle sepolture, insieme ai suoi impressionanti cortili scavati. Altri punti salienti includono il Path of Souls (Shen Dao) raggiunto attraverso la porta di marmo dell'onore (Shi Paifang) eretto nel 1540 e che conduce al viale delle statue di pietra, costruito nel 1435 e rivestito con 12 coppie di animali e sei coppie di umani .

Indirizzo: Changchi Rd, Changping, Pechino

5. Le grotte di Zhoukoudian e il Museo di Pechino

Patrimonio mondiale dell'umanità, 43 chilometri a sud-ovest di Pechino, il villaggio preistorico vicino Zhoukoudian ha attirato l'interesse degli archeologi per decenni grazie ai suoi vasti reperti che dimostrano che i nostri antichi antenati si stabilirono qui circa 500.000 anni fa. Molto tempo prima che questa connessione fosse presa, i lavoratori locali trovarono fossili nelle cave di gesso, che credevano appartenessero a lunghi draghi estinti, da cui il nome della montagna di Dragon Bone Mountain (Longgushan).

Questi reperti, insieme al primo cranio completo conservato di Peking Man (Homo erectus pekinensis), sono ora ospitati nell'affascinante Museo di Peking Man. Altri reperti in mostra includono ossa umane antiche della coscia, ossa del collo, ossa dello stinco, teschi e denti, insieme a ceneri, pietre e ossa che mostrano chiari segni di bruciore, suggerendo che l'uomo di Pechino sapeva come fare fuoco. È un sito affascinante da visitare e include esposizioni eccellenti di questi rari reperti, insieme a fossili provenienti da altre parti del paese che dimostrano l'evoluzione dell'uomo e la vita di Uomo di Pechino.

6. Il ponte di Marco Polo

Il famoso ponte Marco Polo fu eretto tra l'1189 e il 1192 dall'imperatore Shizong e prese il nome dal famoso esploratore che lo attraversò nel 1276. L'esploratore in seguito si riferì al ponte come Pulisangin nella sua opera, Millions, una ruvida traslitterazione del nome Sanggan, il corso superiore del fiume Yongding su cui scorre questo ponte (Puli è forse preso dalla parola persiana "pul" o ponte). Nonostante le devastanti inondazioni e la guerra - fu qui, il 7 luglio 1937, che l'artiglieria giapponese attaccò le truppe cinesi, dando inizio alla guerra sino-giapponese - il ponte è sopravvissuto in gran parte intatto, a testimonianza della sua progettazione e costruzione. Lungo circa 235 metri e largo otto, il ponte è sostenuto da 11 archi ed è famoso per le sue 280 colonne laterali decorate con sculture di leoni nelle balaustre e, all'estremità orientale, una massiccia stele con un'iscrizione dell'imperatore Kangxi che recita: "Mattina al chiaro di luna sul ponte di Lugou." Anche se a soli otto chilometri a sud-ovest di Pechino e accessibile con i mezzi pubblici, il ponte può essere visitato da tour privati, che ti faranno risparmiare tempo e miglioreranno l'esperienza, specialmente se combinati con un'altra attrazione come il Museo di Pechino.

7. Le tombe Qing orientali

Zunhua, una piccola città a 100 chilometri a est di Pechino, fa parte di un'area che costituisce il luogo di sepoltura dei leader della dinastia Qing dal 1644 al 1911. Nelle sue 14 tombe - considerate da molti addirittura migliori delle più vicine Tombe Ming - sono i resti di cinque imperatori Qing, 15 imperatrici, 136 concubine e cinque principesse (le ultime sepolture avvennero nel 1908). La costruzione della prima tomba imperiale è iniziata nel 1663 e ha richiesto diversi anni per essere completata. Come quelli che sono venuti dopo, è stato costruito sottoterra, come quelli della Necropoli di Ming, con un numero di edifici commemorativi in ​​piedi di fronte a ciascuno. Come nella Necropoli di Ming, un vicolo di spirito con figure di pietra costituisce l'accesso per tutte le tombe, ciascuna composta da una porta, una sala sacrificale e un tumulo con un padiglione stele e una camera sepolcrale sotterranea. I punti salienti includono la tomba Cixi architettonicamente splendida, da vedere per il suo alto rilievo su un'enorme tavoletta di pietra con il suo ritratto di una fenice e un drago.

Località: Malanyuzhen, Zunhua, Tangshan, Hebei

8. The Terracotta Warriors, Xi'an

Una gita di un giorno imperdibile - sebbene richieda un volo interno di 90 minuti da Pechino - è una visita allo spettacolare esercito di terracotta a Xi'an. Una delle attrazioni storiche più iconiche del paese, questa spettacolare collezione risale al 210 aC ed è composta da oltre 8.000 figure a grandezza naturale di uomini, cavalli e persino carri. Questo vasto esercito di sculture è stato creato per proteggere il primo imperatore cinese, Qin Shi Huang, nell'aldilà, e può essere goduto come parte di un'esplorazione di quello che ora è un vasto museo che include mostre e mostre che illustrano la storia unica della zona. Una grande opzione per i turisti con base a Pechino è la Xi'an in un giorno in aereo con tour dei guerrieri di terracotta, che include il volo da Pechino, una visita guidata privata del sito e museo dei guerrieri di terracotta, nonché i punti salienti di Xi'an, incluse le sue mura della città vecchia e il quartiere musulmano (sono inclusi anche gli ingressi).

9. Piattaforma di osservazione del vetro Shilinxia

Una famosa gita di un giorno da Pechino, la spettacolare piattaforma di vetro Shilinxia è una delle più nuove del paese (inaugurata nel 2016) e le attrazioni più impressionanti. Situata a soli 70 chilometri dalla città, nel cuore della bellissima area panoramica di Shilinxia, ​​questa massiccia piattaforma panoramica in vetro non somiglia a qualcosa di un film di Star Trek e offre una vista incredibile su una profonda gola a circa 400 metri sotto i piedi (letteralmente ). I punti salienti di una visita includono una gita in fondo alla gola con la funivia, dove è possibile seguire una varietà di sentieri naturali ben curati.

10. Il tempio di Tanzhe

Il Tempio di Tanzhe (Tán Zhè Sì) - il Tempio della Piscina e l'albero di Zhe - si trova a soli 34 chilometri a ovest di Pechino e rappresenta una piacevole gita di un giorno grazie alla sua splendida architettura antica e alla splendida cornice montuosa. Risalente al 3 ° secolo quando furono gettate le sue fondamenta, il nome del tempio deriva dalle parole "abbronzatura", prese dalla parola "Longtan" (stagno dei draghi), e "zhe" da "Zheshu" dopo gli alberi che crescono sulla montagna e una volta venivano usati per l'allevamento del baco da seta. Entrando attraverso la Porta dell'Onore (Pailou), i visitatori percorrono un sentiero fiancheggiato da pini fino alla Porta della Montagna (Shanmen) e alla Sala dei Re del Cielo (Tianwang Dian), la sontuosa Sala del Grande Eroe (Daxiong Baodian) e il Padiglione Vairocana (Pilu Ge) con le sue splendide viste. Altri punti salienti includono gli appartamenti imperiali e gli alloggi del capo del monastero, nonché una famosa sorgente e la sala Avalokiteshvar con la sua tavoletta di pietra sulla quale la figlia di Kublai Khan apparentemente si inginocchiò ogni giorno in penitenza per i peccati di suo padre.

11. Area panoramica naturale di Gouya

Alcuni degli scenari più sorprendenti all'interno di una semplice gita di un giorno da Pechino si trovano nell'area panoramica naturale di Gouya a soli 40 chilometri dal centro della città. Sarai ricompensato per i tuoi sforzi dalla spettacolare vista delle Rocce del Gouya, tre cime che si innalzano vertiginosamente, la più alta delle quali, il picco Ziji, si erge per oltre 1.650 metri. È una zona rinomata per le escursioni e le piacevoli passeggiate e comprende numerose valli, ripide scogliere e gole, ruscelli di montagna e sorgenti, molte delle quali sono accessibili da sentieri che portano a molti antichi templi risalenti al XIV secolo. Una varietà di attività sono spesso incluse in pacchetti turistici a seconda delle tue preferenze, con opzioni popolari tra cui il rafting e la pesca.

12. Le tombe dei Qing occidentali

La seconda necropoli degli imperatori Manciù - le tombe Qing occidentali - si trova a 120 chilometri a sud-ovest di Pechino e, sebbene un po 'più piccola delle tombe della Qing orientale, è ugualmente impressionante. Sepolti nelle sue 14 tombe sono quattro imperatori e 72 membri della famiglia tra cui mogli, concubine, figli e figlie, separati dai loro parenti nelle tombe orientali Qing a causa di una legge che stabiliva che padri e figli non potevano essere sepolti nello stesso cimitero. Ognuno dei 14 mausolei - il primo fu costruito nel 1737, con l'ultimo sepolcrimento che si svolse nel 1913 - e gli edifici del tempio che lo accompagnano riflettono le rigide regole della gerarchia feudale, assicurando che le tombe degli imperatori e delle imperatrici (identificate dai loro tetti rossi) erano più grandi di quelli delle concubine e principesse (questi ultimi hanno tetti verdi).